Alcune VeLLeiTà PoetiChe

 

 PACE E FIDUCIA

 

 

Infine

la morte ti ha raggiunto, stanca,

al termine del tuo peregrinare,

al valico, al monte sacro,

al roveto inconbusto,

al suolo  sacro,

dove l'amore si accende,

umano, divino, eterno.

 

Mandaci ancora il tuo augurio:

"pace e fiducia",

parole chiare

e quel tuo sorriso

che ben ricordiamo

 

GRAZIE DON FRANCO                         

ARRIVEDERCI PRESTO...      

 

 

 

 
 
QUALCOSA ACCADE
 
Provo ad aprire un varco
Nella coltre oscura di questo giorno anonimo
 
Cerco l’appiglio di una speranza
nel vuoto impalpabile dello smarrimento
 
 
Giunge la notte su questa fatica
Chiudo gli occhi e aspetto
 
Ed ecco: qualcosa accade
 
 

 

 Purché autentica

Non voglio angoli bui nella mia stanza,
né infiltrazioni di tristezza
tra le crepe delle pareti,
né depositi di rammarico sotto i letti,
piccoli parassiti che non si lasciano trovare.
 
Non voglio inutili soprammobili nella mia stanza,
né cassettoni di immobilità,
né armadi di vestiti d’altre epoche.
 
Ma voglio pareti chiare e nude
libere di respirare
libero e puro spazio
per camminarci dentro.
 
Non voglio vivere all’ombra la mia vita:
che sia pure divorata dal Sole,
purché autentica.

 

 

 Dio che mi aspetti sempre

È impossibile riscrivere tutta una vita
raccogliere tutto il passato
trovare gli errori
e riprendere daccapo:
 
Dio che mi aspetti sempre,
là dove la vita mi tiene in scacco!
 
E gira in questo labirinto, gira,
senza più sapere dove andare.
 
Non c’è niente
che possa colmare questo vuoto,
abbandonato anche dagli angeli
 
 
 
 

 

DESIDERIO

 

Anelo a te come alla luce,
che trascende questo orizzonte,
lasciandomi nel buio.

Salvami.

Non c’è requie
per l’infinito
desiderio di infinito,
devo solo attendere.
Temo
che non ci sarà una fine,
per tutto ciò.
Temo e spero.

 

 

 

Improvviso

 

Una giornata come tante è giunta al termine:

è già sera.

Assorbito dal monitor di un computer,

non c’è voce che mi faccia sussultare.

Riempio il cuore di domande

e non trovo sentimenti.

Guardo l’infinito ma non lo desidero:

vorrei che arrivasse a me

con la forza di una piccola radice,

a incrinare il macigno delle abitudini.

 

 

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!